Il premio Bruno Zevi

Istituito nel 2007, in occasione del quinto anniversario della Fondazione, il Premio Bruno Zevi per un saggio storico-critico è conferito annualmente a un saggio storico-critico che analizzi con originalità un’opera, una tematica architettonica, o un architetto del presente o del passato.

Aperto esclusivamente ai dottori di ricerca la cui tesi non sia stata pubblicata in lingua italiana, si articola in cinque sezioni, corrispondenti alle seguenti tematiche:
 

  • lo spazio protagonista dell’architettura
  • le matrici antiche del linguaggio moderno
  • la storia come metodologia del fare architettonico
  • il linguaggio moderno dell’architettura
  • paesaggistica e linguaggio grado zero dell’architettura

Il premio consiste nella pubblicazione della tesi di dottorato nei Quaderni della Fondazione Bruno Zevi e in un soggiorno di studio di 30 giorni presso la sede della Fondazione.
 
 

EDIZIONE 2016 DEL PREMIO BRUNO ZEVI