Annuncio del vincitore del Premio Bruno Zevi 2016

 

Il decimo Premio Bruno Zevi è stato assegnato all’unanimità al saggio:
Filosofia naturale e arte della meraviglia nella Roma barocca. Ipotesi di ricostruzione dello studio di matematica pratica per villa Pamphilj, autore Alessio Bortot. con le seguenti motivazioni:

Il saggio esprime un approccio innovativo alla ricerca, basato sulla ricostruzione digitale di un progetto mai realizzato per villa Doria Pamphilj, frutto della collaborazione tra Francesco Borromini e il frate minimo Emmanuel Maignan. In esso l’autore offre una lettura esemplare dei disegni e dei documenti storici, un’analisi convincente del metodo progettuale del Borromini e un’indagine ampia del contesto culturale della Roma seicentesca.

Menzione d'onore:

Menzione d’Onore ex aequo ai saggi:
Oswald Mathias Ungers: costruzione e scrittura di un manifesto, autore Gilda Giancipoli.
Sigtuna Inbetween: the first architectural dispute on habitat, autore Leonardo Zuccaro Marchi